il laser a bassa potenza - sito internet dott. cosma

Menu Principale
Vai ai contenuti

il laser a bassa potenza

Nel campo odontoiatrico, il laser ha fatto il suo ingresso apportando notevoli vantaggi a coloro che si devono sottoporre a determinate cure dentali.
I benefici offerti da questo strumento sono davvero notevoli, basti pensare al non utilizzo del bisturi nella piccola chirurgia e all’eliminazione o quanto meno riduzione dell'anestesia locale.
Ma l’utilizzo ed i benefici del laser non si fermano qui, infatti viene utilizzato in molti casi anche per la desensibilizzazione dentale ed oltre ad eliminare o quanto meno ridurre il problema dell'ipersensibilità al caldo e al freddo, ha un effetto antibatterico.
Il trattamento parte con una visita che va a valutare la diagnosi di ipersensibilità per capire se è dovuta ad una effettiva presenza di colletti esposti o a carie o altro.
Effettuata la diagnosi si pulisce il colletto con una pasta lucidante e si testa, senza anestesia, il trattamento LASER. Si colora il colletto con una matita e viene passato per circa 10 secondi il LASER. Il trattamento è solitamente poco fastidioso e comunque tollerabile.
Dopo aver passato il LASER si verifica con l’aria se il disagio è passato e se la sensibilità è ancora presente si effettua un secondo passaggio. Se anche questo non dovesse essere sufficiente, si combina il trattamento a prodotti desensibilizzanti di vario tipo.
La presenza di infezioni e batteri cattivi va necessariamente individuata e curata al fine di evitare gravi problematiche come la paradontite o piorrea e il laser sembra essere una delle opzioni ideale perché, combinata ad una diagnosi corretta ed una rimozione efficace del tartaro sopra e sotto gengivale, scongiura le operazioni chirurgiche e altre terapie più invasive.
Created with WebSite X5
Torna ai contenuti